Archivio

Archivio Luglio 2017

Messaggi per prevenire la SIDS

sonno 01 La SIDS è la Sudden Infant Death Sindrome (morte improvvisa di un lattante altrimenti sano). Come noto, viene definita SIDS la morte improvvisa di un lattante che rimane inspiegabile dopo l’esecuzione di un’attenta analisi di tutti i fattori che potrebbero averne determinato il decesso (soffocamento, aritmie cardiache, malattie metaboliche, ecc.) compreso l’analisi dell’ambiente di vita.

Prosegui la lettura…

Il decreto vaccini diventa legge

vaccino 02 con modifiche. E’ stata approvata la conversione in legge, con alcune modifiche, del decreto del 07 giugno 2017, n° 73, in materia di obbligatorietà dei vaccini. Come ampiamente annunciato, le vaccinazioni obbligatorie, almeno per i prossimi 3 anni, saranno 10; in seguito la lista potrà essere rivista in funzione dei tassi di aderenza (difficile capire come non possa essere quasi il 100% in quanto obbligo) e dell’andamento epidemico delle malattie.

Prosegui la lettura…

Antidepressivi in gravidanza

autismo Uno studio pubblicato recentemente sul British Medical Journal ha comparato il rischio di Disturbo dello Spettro Autistico (ASD) nei figli di madri affette da disturbi psichiatrici che assumevano o meno terapia con antidepressivi.
In Europa, secondo gli esperti, le gestanti che assumono antidepressivi sarebbero comprese tra 3% ed 8% del totale.
Lo studio ha preso in considerazione 254610 soggetti di età compresa tra 4 e 17 anni tra cui 5378 ragazzi affetti da ASD.

Prosegui la lettura…

Acne: famigliarità e cioccolata

adoloscente girl L’acne è una malattia della pelle che coinvolge il follicolo pilifero e le ghiandole sebacee, più spesso del viso ma, più raramente e nelle forme più gravi, anche del tronco. Le età più interessate sono quelle della pubertà e dell’adolescenza.
A tutt’oggi il meccanismo patogenetico, che cosa può determinare lo sviluppo della malattia e la sua evoluzione più o meno favorevole, non è perfettamente chiarito.

Prosegui la lettura…

Fumo in gravidanza?

gestante fumo Stiamo attenti perché, oltre a tutti gli altri problemi, può favorire lo sviluppo di comportamenti antisociali nei figli. Il fumo in gravidanza favorirebbe, però, non tutti i tipi di comportamenti anomali ma solo alcuni, sia durante l’adolescenza che nell’età adulta.  L’articolo è pubblicato nel Journal of  Epidemiology & Community Health e riporta i risultati di un’indagine di popolazione.

Prosegui la lettura…

Voglio vaccinare ma…

vaccinazione bambina non è proprio possibile.
Con il decreto legge n° 73 e la successiva legge attualmente in corso di approvazione si è venuto a creare un obbligo di vaccinare per alcune malattie bambini mai vaccinati in precedenza. Si tratta, per tutti, dei vaccini contro poliomielite, difterite, tetano, epatite B, Haemophilus influenzae B, pertosse, oltre a morbillo, rosolia, parotite e varicella.

Prosegui la lettura…

Autodivezzamento? Lattanti meno schizzinosi!

divezzo Autodivezzamento vuol dire, in parte mangiare ciò che voglio ed in parte mangiare come voglio. Il bambino che arriva ad un’età in cui si può mangiare qualcosa di diverso dal latte – non prima, quindi, di 120 giorni di vita – può mangiare, rapidamente, ciò che vuole, non essendoci, ormai, preclusioni di carattere allergologico e, soprattutto, come vuole.

Prosegui la lettura…

Allergia al latte? Attenti ai farmaci in terapia!

poison Il PRAC (Pharmacovigilance Risk Assessment Committee) dell’EMA (Agenzia Europea del Farmaco) ha rilasciato un avviso relativo alla possibile pericolosità del lattosio presente in alcuni farmaci iniettabili per la terapia delle manifestazioni allergiche gravi. Si tratta delle fiale di metilprednisolone, un cortisonico potente, che possono contenere lattosio di derivazione bovina.
Il lattosio è uno zucchero e viene utilizzato nei farmaci come eccipiente. La fonte più diffusa ed economica di lattosio è il latte dal quale viene estratto tramite processi chimici.

Prosegui la lettura…

Allergia alla penicillina?

poison Probabilmente no anche se il papà o la mamma sono davvero convinti che il figlio abbia presentato una reazione avversa. Spesso i bambini ammalati, con la febbre, assumono un prodotto antibiotico il cui principio attivo è una penicillina.
Si verifica relativamente spesso anche che al bambino con la malattia febbrile acuta in atto oppure appena guarito compaiano delle chiazze sulla pelle, spesso di tipo urticarioide, che vengono interpretate come allergia alla penicillina.
Il farmaco contiene penicillina, è vero, ma contiene anche altre sostanze, coloranti, stabilizzanti, che possono rendersi responsabili di reazioni oppure, ed è la maggior parte dei casi, la manifestazione è da attribuirsi all’infezione in atto oppure pregressa.

Prosegui la lettura…

Verdure per la vista

verdura Per vedere bene ed avere migliori performances intellettuali è importante consumare abbondantemente frutta e verdura. La misurazione della densità della macula dell’occhio, indice di una maggiore quantità di pigmento, correla con la quantità di luteina cerebrale, una sostanza che si accumula durante i primi anni.

Prosegui la lettura…