Archivio

Archivio Dicembre 2016

Obesità, obesità

19 Dicembre 2016 Nessun commento

obeso 01 La visione prolungata della televisione oppure l’utilizzo di tablet, computer, smartphones (screen device degli autori americani) può favorire l’incremento abnorme di peso. Il meccanismo è da attribuirsi all’aumentato consumo di cibi e bevande zuccherato. Lo studio, di tipo osservazionale, ha preso in considerazione 24800 studenti delle scuole superiori.

Prosegui la lettura…

Fumo in gravidanza: maggiore rischio

15 Dicembre 2016 Nessun commento

gestante fumo per l’uso di cannabis durante l’adolescenza.
Un articolo pubblicato su Translational Psychiatry riporta un maggiore rischio per i figli di madri fumatrici in gravidanza per l’utilizzo di sostanze d’abuso come tabacco, alcol e cannabis all’età d i14-18 anni. L’età di inizio dell’assunzione di sostanze sarebbe, inoltre, inferiore rispetto ai ragazzi non esposti in gravidanza.

Prosegui la lettura…

Vaccino anti HPV: parliamone!

12 Dicembre 2016 Nessun commento

vaccinazione bambina La vaccinazione anti papillomavirus (HPV) è un argomento che riguarda sia maschi che femmine. La vaccinazione anti HPV ha indicazione per la prevenzione dei tumori della cervice uterina, perineo, laringe, pene. La sua esecuzione, l’applicazione pratica della vaccinazione, tuttavia, non è così scontata come potrebbe sembrare, anche quando si consideri solo il sesso femminile dove è stata introdotta per prima.

Prosegui la lettura…

Aborto: quando una nuova gravidanza?

test gravidanza 02 Le donne che hanno subito un aborto spontaneo dovrebbero tentare un nuovo concepimento entro 6 mesi per migliorare la possibilità di portare a termine la nuova gravidanza.
L’Organizzazione Mondiale della Sanità suggerisce un intervallo di almeno 6 mesi tra due gravidanze; questa osservazione si si basa su evidenze raccolte perlopiù in paesi in via di sviluppo, dove la gravidanza è comunque messa a rischio da malnutrizione e povertà.

Prosegui la lettura…

Vaccinazione antinfluenzale in gravidanza?

gravidanza 01 Da più parti, anche in Italia, viene suggerito di praticare la vaccinazione antinfluenzale nel corso del terzo trimestre di gravidanza per limitare la sintomatologia acuta nella gestante e fornire al neonato-lattante un set di anticorpi preformati che lo proteggano dall’infezione nei primi mesi di vita.
E’ un gesto semplice, con limitati effetti collaterali, che presenta, tuttavia, un’importante ricaduta sulla salute del bambino nelle prime epoche della vita.

Prosegui la lettura…