Archivio

Archivio Giugno 2013

Vaccinazione antipapillomavirus: altre conferme

28 Giugno 2013 1 commento

vaccino ragazza La vaccinazione antipapillomavirus umano (HPV) mostra segni di efficacia nel ridurre le infezioni ai genitali  nelle ragazze anche se la copertura vaccinale non è ottimale. Lo studio è stato condotto dai Centers for Disease Control and Prevention (CDC, Atlanta, Stati Uniti), è pubblicato sul Journal of Infectious Diseases e non sono stati dichiarati conflitti di interesse.

Prosegui la lettura…

Fumo in gravidanza? Danni all’udito del bambino!

gravidanza 02 Fumare fa male lo sappiamo; fumare in gravidanza fa… peggio. La nocività del fumo si esplica attraverso l’azione di centinaia di sostanze diverse ed i danni sono molteplici comprese alcune malformazioni.  L’argomento fumo e dei danni correlati è stato abbondantemente affrontato anche in questo blog sia sotto l’aspetto di fumo attivo che passivo.
2 studi recenti ci confermano (ce n’era bisogno?) il rischio di danno all’udito del nascituro e di aumento del rischio di dipendenza da sostanze nei figli di donne fumatrici in gravidanza.

Prosegui la lettura…

Diabete… verso la normalità?

depressa 01 Il nostro organismo è come un motore in cui tutti i parametri debbono essere compresi entro una gamma ben definita per girare al meglio. Il pancreas aumenta la secrezione di insulina (un ormone) quando la glicemia aumenta e la riduce quando la glicemia diminuisce.
Raccontata in maniera molto semplicistica la funzione di alcune cellule del pancreas (le cellule beta delle insulae pancreatiche) è quella di mantenere stabile la glicemia.

Prosegui la lettura…

Partorire a casa? Forse si.

21 Giugno 2013 1 commento

neonato 02 La gravidanza può essere conclusa felicemente in ambiente domestico quando è decorsa senza complicanze (gravidanza a basso rischio) e la mamma è almeno alla seconda esperienza. Lo studio è piuttosto ampio, quasi 150000 gestanti a basso rischio dei Paesi Bassi, ed i risultati piuttosto interessanti anche da un punto di vista culturale.  Da molte parti, infatti, ci sono forti pressioni affinché il parto avvenga comunque in ospedale – e con un numero enorme di cesarei ingiustificati – con previsioni funeste sull’esito della gravidanza qualora questa si concluda in ambiente non sanitario.

Prosegui la lettura…

La madre ansiosa peggiora l’asma

thorax Gli adolescenti affetti da asma possono presentare sintomi respiratori peggiori se le loro madri sono ansiose e l’influenza dell’ansia materna sulla sintomatologia respiratoria dei figli deriverebbe più dalla genetica, dall’ereditarietà, che dall’ambiente.
La percezione della gravità della malattia da parte di una madre ansiosa peggiorerebbe la percezione dei disturbi respiratori da parte del figlio.

Prosegui la lettura…

Cosa avvia la pubertà?

depressa 01 Che cosa avvia la pubertà, ovvero che cosa stabilisce il momento in cui un bambino oppure una bambina devono iniziare a diventare adulti non si sa. L’età di comparsa del menarca (prime mestruazioni) o dello spermarca (la comparsa di spermatozoi) è un fatto famigliare: in genere è simile a quella dei genitori, nonni, zii. Gli avvenimenti che precedono questo evento evidente, vale a dire la comparsa della peluria pubica, ascellare, al viso, lo sviluppo della mammella, l’ingrossamento dei testicoli, l’ingrossamento e allungamento del pene e le variazioni dei genitali esterni della femmina, sono, in genere, altrettanto famigliari: precedono di qualche anno il menarca o lo spermarca e ricalcano i tempi dei genitori.

Prosegui la lettura…

Adenotonsillectomia e resa scolastica

sonno 02 Ormai l’anno scolastico è terminato ma questo articolo, pubblicato sul New England Journal of Medicine,  ci può essere utile per alcune considerazioni riguardo le indicazioni e gli effetti dell’intervento di adenotonsillectomia perché i bambini affetti da ipertrofia adenoidea possono presentare un rendimento scolastico inferiore agli altri.

Prosegui la lettura…

Vaccino antipertosse: una conferma

vaccino 02 Una conferma epidemiologica sull’indicazione ed efficacia della vaccinazione antipertossica. In un articolo appena pubblicato su Pediatrics, la rivista organo ufficiale dell’American Academy of Pediatrics, troviamo un’indagine sul numero di casi di Pertosse in relazione al numero di vaccinati per Pertosse negli Stati Uniti.

Prosegui la lettura…

Maggiore attenzione per i figli di militari operativi

bambino dorme Un articolo pubblicato su Pediatrics mette in evidenza la necessità di maggiore attenzione allo sviluppo psichico quando si visitano bambini figli di militari impegnati in zone belliche. Si tratta di un rapporto sulle condizioni cliniche dei figli di militari operativi impegnati in Afghanistan ed Iraq per periodi lunghi fino a 18 mesi.

Prosegui la lettura…

ONSP Days 2013: gli specializzandi in Pediatria si incontrano

de morbis Dal 05 al 08 giugno 2013 i giovani specializzandi in Pediatria dell’ONSP (Osservatorio Nazionale Specializzandi in Pediatria), con il patrocinio della Società Italiana di Pediatria e della Società Italiana di Pediatria Ospedaliera, si incontrano a Cagliari per il loro 10° Congresso Nazionale, gli ONSP Days 2013. Sono 4 giorni fitti di incontri di aggiornamento e di discussione sulla direzione che la pediatria deve prendere oggi per rispondere adeguatamente alle sfide dei prossimi anni. Le difficoltà dei Pediatri italiani sono molte: dalla contrazione dell’offerta numerica di medici specialisti nella medicina interna del bambino fino alle nuove frontiere di un’assistenza tecnologica che sembra, però, perdere di vista le esigenze individuali e speciali del bambino come persona.

Prosegui la lettura…

Meno tabacco e più alcol

birra Una nota di costume, di pubblicità occulta, di condizionamento strisciante dei nostri ragazzi. Tutti vanno al cinema e vedono film. Un’attività che, evidentemente, aiuta ad incrementare le vendite rappresentando una forma più o meno occulta di pubblicità è il product placement ovvero l’immissione di prodotti particolari all’interno di scene cinematografiche, sceneggiati, programmi televisivi.

Prosegui la lettura…

Infanzia abusata: altri danni a distanza

ubriaca 04 L’abuso fisico e psicologico subito in età infantile modifica il comportamento alimentare nell’età adulta aumentando il rischio di presentare dipendenza dal cibo di almeno 2 volte rispetto al normale.
Questo è il risultato sconcertante di una ricerca svolta su 57321 donne pubblicata sulla rivista Obesity.

Prosegui la lettura…