Archivio

Archivio Luglio 2012

Antipsicotici in gravidanza

gestante sdraiata L’assunzione di farmaci antipsicotici in gravidanza potrebbe favorire lo sviluppo di diabete e la nascita di bambini piccoli. Il rischio delle mamme trattate con farmaci antipsicotici, compresi quelli ritenuti più sicuri, di sviluppare diabete sarebbe circa il doppio rispetto a coloro  che non li assumono anche se ci sarebbe un’influenza non trascurabile del peso materno.
I neonati, inoltre, presenterebbero un cranio di maggiori dimensioni.

Prosegui la lettura…

Atleti in erba: rare lesioni renali

27 Luglio 2012 2 commenti

sport boy I ragazzi che praticano sport vanno incontro raramente a lesioni renali e l’esclusione dei bambini con un solo rene dagli sport di contatto appare ingiustificata. E’ la conclusione alla quale è arrivato un gruppo di ricercatori di Salt Lake City (Utah, Stati Uniti) che ha pubblicato nel numero di luglio di Pediatrics i risultati di un’indagine effettuata su oltre 4.4 milioni di eventi sportivi/atleta.

Nel corso dell’osservazione i ricercatori hanno riscontrato solamente 18 lesioni renali di cui nessuna di gravità tale da compromettere la funzionalità renale oppure da richiedere un intervento chirurgico riparatore.

Prosegui la lettura…

Codacons e vaccini

26 Luglio 2012 3 commenti

batterio verde 02 Riporto integralmente un comunicato stampa della Società Italiana di Pediatria relativamente alla proposta del Codacons di limitare l’offerta vaccinale al fine di favorire il rispamio economico dello Stato.

 

  

Prosegui la lettura…

Bisfenolo nei denti?

lattante spaventato In passato era stata segnalata la possibilità del Bisfenolo A contenuto nelle plastiche di alterare il comportamento e le funzioni cognitive dei bambini. In Europa, come anche in altre regioni del mondo, non è consentità la presenza di Bisfenolo A nei biberon oppure negli involucri per i cibi perchè la sostanza potrebbe alterare la funzionalità del sistema endocrino delle persone (il Bisfenolo è un endocrine disruptor).

Prosegui la lettura…

Diagnosi di autismo con EEG?

prof libro La diagnosi di autismo sarebbe possibile anche con criteri strumentali abbastanza semplici come l’elettroencefalogramma (EEG) addirittura all’età di 2 anni. Lo studio ha coinvolto 984 bambini (1-12 anni) ed è pubblicato su BMC medicine, una rivista open access. La ricerca è stata svolta da un gruppo di ricercatori del Boston Children’s Hospital che ritiene che si possa arrivare ad un test diagnostico per l’autismo ragionevolmente oggettivo proprio utilizzando l’EEG.

Prosegui la lettura…

Post-termine a rischio psichiatrico

cicogna Sembra proprio che la situazione ottimale per un sano sviluppo psichiatrico del bambino sia rappresentata dal nascere a termine corretto di gestazione. Nascere dopo il termine previsto dalla natura, 42 settimane (40 “naturali” più 2 per tenere conto delle variazioni di durata fisiologiche), espone il bambino ad un rischio maggiore di presentare disturbi comportamentali.

Prosegui la lettura…

Trattamento precoce dell’ADHD: salva la matematica!

studying 01 La terapia farmacologica precoce dell’ADHD (Sindrome da deficit dell’attenzione con iperattività) favorisce una migliore qualità dell’apprendimento e delle competenze in matematica rispetto alla terapia tardiva. La ricerca, pubblicata su Pediatrics, ha preso in considerazione 11872 bambini islandesi di età compresa tra 9 e 12 anni, di cui circa l’8% affetti da ADHD in terapia farmacologica (quasi tutti in terapia con metilfenidato).

Prosegui la lettura…

Sexting…?

cellulare Viene definita “sexting” l’attività di inviare fotografie di nudo attraverso MMS oppure email. Uno studio pubblicato sugli Archives of Pediatrics & Adolescent Medicine ci informa che più di un adolescente su 4 delle scuole superiori del Texas ha effettuato sexting, inviando una propria immagine di nudo almeno una volta. Per la precisione, il 28% degli adolescenti intervistati ha affermato di avere effettuato sexting ed il 31% ne ha chiesto uno a qualcun’altro.
I ricercatori dell’Università del Texas hanno correlato questo comportamento con un’aumentata probabilità di “appuntamenti”, oppure di rapporti sessuali, sia per i ragazzi che per le ragazze e con comportamenti sessuali a rischio per le ragazze.
Secondo i  ricercatori l’attività di invio di messaggi con proprie foto di nudo dovrebbe essere analizzata dall’American Academy of Pediatrics al fine di affrontare il sexting nell’ambito di una corretta educazione sessuale.

Prosegui la lettura…

Energia pulita e rinnovabile?

lattante preoccupato L’energia ottenuta dalla combustione delle biomasse non sembra proprio essere “pulita” per i nostri polmoni. In particolare i fumi ottenuti dalle biomasse utilizzati come combustibile danneggiano la funzionalità respiratoria nei giovani adulti.
In passato più di uno studio aveva segnalato il rischio di enfisema correlato all’esposizione ai fumi ma in questo vengono valutati con precisione i valori della funzionalità respiratoria.
La ricerca ha preso in considerazione 1392 giovani adulti nepalesi esposti a fumi da biomasse oppure da gas di petrolio liquefatto (GPL).

Prosegui la lettura…

Gravidanza al caldo… cataratta?

gravidanza 03 Gli effetti negativi, teratogeni, delle temperature corporee elevate erano già stati segnalati in passato sia negli animali che nell’uomo: era stata infatti evidenziata la presenza di difetti alla nascita nei figli di madri con episodi febbrili. Non erano, tuttavia, disponibili dati sull’effetto della temperatura ambientale sullo sviluppo dell’embrione e del feto.
Un articolo pubblicato su Environmental Health Perspectives cerca di colmare questa lacuna segnalando che l’esposizione ad elevate temperature ambientali durante la gravidanza potrebbe favorire lo sviluppo della cataratta nel nascituro.

Prosegui la lettura…