Home > Società > Età ossea o scheletrica

Età ossea o scheletrica

medico prescrive Nella valutazione della bassa statura dei bambini viene spesso richiesta l’età ossea o scheletrica. Si tratta della determinazione della maturazione dello scheletro, che in genere corrisponde all’età anagrafica, attraverso l’esecuzione di una radiografia del polso e della mano sinistra. Lo stadio di maturazione delle ossa della mano e del polso viene confrontato con lo stadio maturativo di riferimento contenuto in appositi atlanti.

A questo punto la statura del bambino viene valutata sulle tavole centiliche di crescita utilizzando non l’età anagrafica ma quella scheletrica o ossea. Nella maggior parte dei casi di bassa statura il valore della statura è compreso nel range di normalità per l’età scheletrica. Questo avviene perchè la causa più frequente di bassa statura è lo scheletro che “invecchia”, matura, più lentamente della media e quindi cresce altrettanto più lentamente, anche se la statura da adulto, raggiunta più tardivamente, sarà normale.
Utilizzando l’età scheletrica unitamente ad altri parametri si può, anche, tentare di calcolare la statura definitiva da adulto (target staturale).
Attenzione, però: la determinazione dell’età scheletrica viene richiesta dal medico solo se la statura e la crescita staturale del bambino sono davvero inferiori alla norma, non perchè il bambino sembra semplicemente basso. Si tratta pur sempre di un esame medico che si esegue con radiazioni (è una radiografia) e va eseguito solo se c’è la reale necessità.

  1. bruno
    24 Febbraio 2015 a 15:12 | #1

    Grazie per la risposta. Si mi sono scordato. La sua collega si è basata sulla ns altezza, sulla crescita negli anni della ragazza sulla radiografia del polso, le cartilagini non sono saldate, e anche sulla radiografia della colonna perché dice che dal bacino non risultano nuclei di ossificazione. Non sapevo che anche dal bacino e colonna vertebrale si poteva valutare la maturazione ossea. Grazie
    R.: il calcolo dell’età scheletrica si basa su nuclei di ossificazione ben determinati che sono quelli della mano e del polso. Le altre sono valutazioni individuali della collega…

  2. bruno
    24 Febbraio 2015 a 10:20 | #2

    Buon giorno, premetto che non mi sono mai posto il problema dell’altezza futura dei miei figli, ho sempre visto una crescita regolare, sino a quando il pediatra alle prime mestruazione di mia figlia le ha fatto svolgere molte indagini, rx polso, che è risultata età 11a 6mesi – 12 a, esami sangue, tutti nella norma,rx colonna vertebrale, visita endocrinologa.
    La ragazzina ha avuto il mestruo 4 mesi fa a 11a 8mesi, era alta cm 149. A detta del pediatra non sarebbe più cresciuta, ma oggi 24 febbraio è alta cm 153. Noi siamo alti io cm169 e mia moglie cm 167. In questi giorni la sostituta del pediatra l’ha visitata per l’influenza e parlando con lei ci riferisce che non è vero che la crescita si arresta rallenta, ma questo è logico, sino a cessare intorno ai 18anni. A suo avviso mia figlia dovrebbe arrivare a cm 160/161 circa. Mi domando come possano esserci opinoni così differenti, tanto da lasciare i genitori un pò perplessi. Non penso sia indispensabile arrivare a essere tutti cm 175/180, se dovesse raggiungere cm 160 che ci sarebbbe di male? Grazie se vorrà darmi una sua opinione
    R.: il menarca non segna l’arresto immediato della crescita ma lo scatto e la progressiva riduzione della velocità con arresto interno ai 18 anni (come ho più volte ribadito). La previsione della collega su cosa si basa? Lei ha ragione quando si parla di opinioni e credo che la collega abbia espresso un’opinione. I calcoli più precisi richiedono una serie di dati e forniscono, comunque, una stima approssimata. Non ho idea del perché siano stati eseguiti esami al menarca. In questa situazione non c’è (e non c’era 4 mesi fa) nessuna possibilità d’intervento e quindi… L’importante è, come lei dice, non la statura ma la felicità di una persona.

  3. chiara
    18 Febbraio 2015 a 21:19 | #3

    Buona sera Dottore leggendo la domanda di Maria ho riflettuto su mio figlio maggiore. Non per l’altezza e cm 175 ha 16, ma per la pubertà. Ha molti peli sulle gambe, ascelle non molti, genitali non posso vedere, ma non ha ancora barba solo un accenno di baffetti. Devo indagare? Lui a 9 anni si è ammalato di leucemia linfoblastica acuta dalla quale ne è uscito senza trapianto ma con chemio. Può centrare qualcosa? Non mi sono mai soffermata a pensare alla pubertà. Grazie
    R.: si, può avere qualche correlazione con la LLA ma, siccome la villosità è un fatto molto famigliare, è l’aspetto dei genitali ad essere determinante. Il suo medico, il suo oncologo, sono le persone più idonee a valutare lo stadio puberale e gli eventuali danni causati dalla chemioterapia con i conseguenti provvedimenti terapeutici.

  4. maria
    18 Febbraio 2015 a 18:12 | #4

    Buonasera dottore mio figlio ha 16 anni ed è alto 165 cm non ha ancora sul viso la barba ma solo i baffi e la peluria sul mento. Ha fatto una visita con l’endocrinologo la maturazione sessuale è nella norma mi ha fatto fare l’Rx mano sx ed è risultata un’età ossea di anni 9 che cosa significa?
    Che tipo di esami posso fare per capire se crescerà ancora? E quanto crescerà. Grazie
    R.: significa che il bambino ha una pubertà mooolto tarda. E’ come se avesse 9 anni (anagrafici) e, probabilmente, alla fine della crescita sarà molto alto. L’importante è che cresca regolarmente. A 16 anni l’endocrinologo potrebbe decidere di accelerare un poco la maturazione con ormoni. L’età di 16 anni, infatti, segna un punto di svolta. Se la pubertà non parte può farla partire l’endocrinologo.

  5. Marco
    9 Febbraio 2015 a 14:19 | #5

    Buonasera dottore, mio figlio ha 16 anni ed è alto 1.60 ancora ha il classico pizzetto di peluria ma non la vera barba, mentre nelle gambe è ricco di peli, io sono alta 1.66 mentre mio marito 1.78
    Mio figlio crescerà ancora? E consigliabile fare la lastra?
    R.: dipende dallo sviluppo dei genitali e dei peli pubici. Se l’aspetto è maturo allora la crescita sarà molto limitata.

  6. chiara
    1 Febbraio 2015 a 17:25 | #6

    Grazie per la risposta. In effetti non ha una particolare importanza. Volevo solo un altro parere visto che sia il pediatra che l’endocrinologo che avevano visitato la ragazza avevano sostenuto quanto le ho scritto. In ogni caso mia figlia al menarca a 11 anni era cm 149 oggi esattamente a due anni di distanza è cm 162 per cui non è vero quello che ho spesso letto in questo blog…che dopo il menarca si cresce poco. Penso che l’altezza sia ereditaria.
    R.: il menarca non segna l’arresto immediato ma cade in un punto di crescita molto elevata che va a ridursi sempre più. La statura, ovviamente, è influenzata dall’ereditarietà ma anche dall’alimentazione adeguata e da un buono stato di salute.

  7. chiara
    1 Febbraio 2015 a 10:35 | #7

    Buon giorno Dottore vorrei sapere se è vero che al raggiungimento del menarca si è arrivati al90% dell’altezza definitiva. Per cui ipoteticamente se una ragazzina è alta in quel momento cm 150 ipoteticamente dovrebbe arrivare a cm 160/161. Considerando la nostra altezza corrisponde al range. Grazie.
    R.: non ne ho idea. Poiché il valore dello scatto accrescitivo è variabile e la crescita continua con velocità variabile e decrescente fino all’arresto che si verifica intorno ai 18 anni credo che non si possa esprimere nessun giudizio. E’ possibile che sia come dice lei ma che importanza ha?

  8. maria
    28 Gennaio 2015 a 10:38 | #8

    Buongiorno dottore, mio figlio ha 16anni e mezzo è alto 1.68 per questo è molto complessato vorrei portarlo da un endocrinologo ma prima vorrei fare la radiografia x vedere se ancora cresce. Cosa mi consiglia??? e dove posso andare noi abitiamo a Roma. La ringrazio anticipatamente.
    R.: a 16 anni o non ci sono segni di sviluppo puberale ed allora l’endocrinologo è indispensabile oppure i segni ci sono tutti (aspetto maturo, adulto) e l’endocrinologo non serve a niente. LA statura di 168 cm a termine dell’accrescimento è al 10° centile (curve CDC e quindi normale).

  9. fabio
    28 Gennaio 2015 a 9:56 | #9

    buongiorno dottore
    vorrei porle un quesito. Mia figlia ha 15 anni e ha avuto il menarca a 11 anni e mezzo. A quell’età era alta circa 155 cm e da allora è cresciuta molto lentamente raggiungendo oggi i 160 cm. Io sono alto 180 cm e mia moglie circa 166 cm. Le chiedo se la crescita di mia figlia è finita oppure può recuperare ancora.
    Mi sono dimenticato di aggiungere che il fratello gemello è alto cm 182.
    Grazie
    Fabio
    R.: la crescita può considerarsi terminata.

  10. roberta
    22 Gennaio 2015 a 16:37 | #10

    buongiorno
    in effetti la pediatra ha misurato mia figlia ed è cresciuta poichè è 155,50 2 cm in 2 mesi..probabilmente lo scatto? sta crescendo anche come seno peluria ecc
    grazie per la sua disponibilità
    R.: è possibile perché i caratteri sessuali secondari stanno rendendosi più evidenti e la crescita staturale (1 cm/mese) sembra quella dello scatto.

  11. Lisa
    21 Gennaio 2015 a 19:32 | #11

    @Lisa
    Mi scusi Dottore ho dato per scontato che associasse il mio messaggio ai precedenti, Le ho scritto un paio di settimane fa per spiegarLe che la lastra è stata fatta al pronto soccorso a seguito di un incidente sportivo e che è stata da me mostrata al pediatra di famiglia poiché credevo avesse un po’ di esperienza a riguardo. Grazie
    R.: la lastra praticata per altri motivi può non essere idonea per una valutazione di etàò scheletrica. In ogni caso senza un calcolo preciso (neppure gli atlanti di Greulich e Pyle lo consentono; è meglio utilizzare il sistema di Tanner) non si può affermare nulla.

  12. Lisa
    21 Gennaio 2015 a 16:24 | #12

    Buonasera dottore ho mostrato le lastre al Pediatra di mia figlia: non ha calcolato l’età ossea come mi aspettavo, ha semplicemente contato le ossa del polso e mi ha detto che in genere il numero di ossa presenti equivale al numero degli anni (non so se sia un calcolo affidabile mi è sembrato più a spanne..); dal conto veniva 11-12 (.. a dimostrazione che mi pareva un conto a spanne!). Devo dire però che mi ha rassicurata dicendomi che visibilmente le ossa del polso e delle dita della mano non sono saldate e quindi c’è ancora margine di crescita. Ritengo sia sufficiente per i miei dubbi, mi dica Lei cosa ne pensa. Grazie!
    R.: cosa penso? Che le cose si fanno come si deve oppure non si fanno per niente. Di fronte ad una richiesta posta al radiologo di rx polso e mano sn per età scheletrica io avrei preteso dal radiologo il calcolo esatto dell’età scheletrica (visto che era stato anche pagato!).

  13. Roberta
    14 Gennaio 2015 a 23:10 | #13

    @Roberta
    Si solo che si mi chiede se avrà lo scatto come le sue amiche , più che scatto chiede se prenderà cm in più insieme come successo alle compagne che in un estate sono arrivate a una a 164 cm, altra 160.
    Ho osservato che è sempre stata sul 75 percentile mentre ultimo periodo un poco più bassa sul 50 se non sotto almeno dai grafici
    Cosa significa ?grazie
    R.: non è prevedibile ma uno scatto, anche minimo, l’hanno tutti. La crescita continua, poi, fino a 18 anni. La ridotta crescita nell’ultimo periodo potrebbe significare 2 cose: se c’è stato uno scatto la frenata finale, se lo scatto non c’è stato il rallentamento prima dell’accelerazione della crescita (come gli aerei che si fermano o quasi lo fanno immediatamente prima della brusca accelerazione per il decollo).

  14. Roberta
    12 Gennaio 2015 a 22:26 | #14

    Buonasera
    Avevo già scritto per mia figlia che ha 12 anni e 7 mesi ed è alta 1.53
    Ha segni evidenti di sviluppo oramai peli sul pube seno che cresce peli ascellari ma niente ciclo
    Cresce tutto ma non altezza
    Lei è sempre stata al 50% percentile e nessuno scatto che a questo punto credo non arriverà ( da settembre ad adesso 1cm in 5 mesi!)
    Io sono alta 1.70 mio marito 1.79
    Le nonne sono entrambe piccole è una zia da parte di mio marito 1.65
    Lo scatto quindi non e’detto avvenga o almeno pur sviluppandosi il resto lei cm non ne prende. Grazie ancora.
    Comunque non sono così preoccupata x L altezza poiché mia figlia è serena sportiva sorridente e non si confronta più con le amiche alte tranne in qualche raro momento critico dovuto credo all’adolescenza. Era solo una curiosità circa lo scatto …che in lei non ho visto
    Grazie ancora.
    R.: la cosa più importante è, come ha detto, la serenità di vivere bene con se stessi. I rari momenti critici si hanno a tutte le età… ;)

  15. Lisa
    8 Gennaio 2015 a 8:50 | #15

    Buongiorno dottore, torno a scriverle perché ieri mia figlia si è fatta male praticando sport e l’abbiamo portata al ps per timore che si fosse rotta due dita che erano gonfie e doloranti. Per fortuna non ha riportato lesioni osee nè ai tendini. Ho a disposizione la lastra di entrambe le sue mani e volevo chiederle a chi posso mostrarla per la valutazione dell’età ossea, tanto da togliermi il dubbio. Il pediatra di famiglia può andare bene. Grazie
    R.: in genere il PdF non ha esperienza sufficiente per valutare adeguatamente l’età scheletrica e non è detto che le lastre, eseguite per altri motivi, siano idonee. Alcuni PdF però hanno una certa pratica perché, magari, si sono laureati/specializzati con una tesi in endocrinologia pediatrica (e quindi hanno visto centinaia di lastre). L’ideale sarebbe una valutazione effettuata dallo specialista endocrinologo pediatra oppure dallo specialista radiologo.

  16. Agata
    5 Gennaio 2015 a 10:24 | #16

    @Agata
    Anche perché, aggiungo, è fermo a quell’altezza da quando aveva 14 anni.

  17. maddalena
    4 Gennaio 2015 a 22:30 | #17

    Buonasera dottore, mia figlia ha 4 anni da pochi mesi e misura 94 cm al 27 10 2013 la pediatra ha segnato 90 cm (attendibile con scarto di un cm) sono molto preoccupata prima di una visita endocrinologica mi consiglia esami del sangue specifici e radiografia polso? La crescita o si blocca o procede molto lentamente
    R.: sicuramente il PdF avrà la situazione sotto controllo ma c’è qualcosa di strano. La statura è circa al 3° centile ma la crescita (se esatta) sarebbe di 18 cm/anno (un po’ troppo). Credo che la cosa migliore da fare sia misurare esattamente ogni 3 mesi per 6-9 mesi e poi riflettere attentamente sui dati ottenuti. Si può fare anche a casa utilizzando un libro come livello.

  18. Agata
    4 Gennaio 2015 a 20:06 | #18

    Buonasera dottore.
    Mio figlio ha 16 anni ed è alto 1.60 scarsi, da premettere che io sono alta 1.68 e mio marito 1.77.
    Il ragazzo non ha ancora la barba ma solo diciamo quel “pizzetto di peluria” e si sente molto a disagio per la sua bassa statura avendo già 16 anni.
    Mi consiglia di fare questa lastra?
    R.: si, in caso di dubbio conviene. Lo sviluppo puberale a 16 anni configura un ritardo “interessante” e quindi merita un approfondimento, almeno di base.

  19. giusy
    1 Gennaio 2015 a 8:44 | #19

    Buon giorno,dottore,mia figlia a 9 anni e 11 mesi.E piu’ di un anno che vado dal pediatra a misura la sua altezza.E alta 122.5 il primo anno s preso 6 centimetri ed ora in 6 mesi 1 centimetro. Mi ha consigliato di fare i raggi sulla mano.Ho tanta paura,sia io che mio marito non siamo alti,la famiglia di mio marito è bassa.
    R.: 2 cm/anno sono effettivamente pochini. La radiografia del polso e della mano sinistra con la determinazione dell’età scheletrica è importante. Non avete motivo di preoccupazione perché la causa più frequente di ipoevolutismo, scarsa crescita, è il ritardo semplice di crescita ovvero l’età scheletrica, la maturazione ossea, che procede più lentamente del calendario (quindi, l’allungamento è più lento). Sono certo che il vostro PdF ha valutato correttamente tutta la curva di crescita dalla nascita e sarà in grado di fornirvi tutti i chiarimenti necessari.

  20. Daverio Giuliana
    26 Dicembre 2014 a 19:43 | #20

    Buonasera dottore,
    grazie per la sua gentile risposta. Ho controllato la curva di crescita di mia figlia (oggi 14 anni- 1.47) ma non ha mai superato il 3 centile nemmeno nel periodo precedente il menarca. La sua crescita è sempre stata lenta e poco costante, solo poche volte è riuscita a crescere i 5/6 cm. annui previsti. A 2 anni e mezzo ha subito 2 anestesie a distanza di 6 mesi per un’intervento agli occhi e quell’anno non è aumentata nemmeno di 1 cm. Avendo un età ossea di 14 anni e 7 mesi quanto tempo ha ancora per crescere? E, secondo lei, non è possibile che possa recuperare quello scatto
    che non ha avuto? La ringrazio ancora per la sua professionalità e cortesia
    R.: la crescita è stata regolarmente sul 3° centile e, quindi, ci possiamo aspettare una statura definitiva intorno al 3° centile. Credo che il processo di crescita sia al termine in quanto la scatto accrescitivo non può avvenire dopo il menarca. E’ l’increzione degli ormoni a determinarlo insieme con l’avvio della saldatura delle cartilagini di accrescimento e quindi una volta raggiunto il menarca la crescita rallenta fino ad arrestarsi, all’età di 16-18 anni.

  21. Lisa
    26 Dicembre 2014 a 11:50 | #21

    Buongiorno dottore
    Innanzi tutto buon natale e buone feste.
    Mia figlia come regalo non gradito ha avuto il menarca. Come le avevo già scritto ha avuto uno scatto di crescita a fine estate che ha fatto si che quest’anno si cresciuta 7,5 cm anziché i soliti 5. Dunque lo spurt era questo? È possibile che possa continuare lo scatto anche dopo il menarca visto che l’acceletazione per il momento è stata breve e molto modesta? A parte il poco tempismo del suo primo ciclo era preparata e non l’ha presa male, forse mi sono stupita di più io visto che pensavo che non sarebbe comparso prima della prossima primavera.
    La saluto cordialmente, grazie
    R.: la crescita dovrebbe continuare anche nei prossimi 12 mesi con un ritmo progressivamente calante fino all’arresto intorno a 16-17-18 anni (vedi http://www.cixip.com/Public/kindeditor/attached/image/20121024/20121024145317_43827.jpg ).

  22. Alessandra
    24 Dicembre 2014 a 16:34 | #22

    Ma se il menarca ancora non arriva perché la sua crescita è quasi terminata? E l’altezza del padre non influenza per nulla? Grazie e mi scusi.
    Alessandra
    R.: si, la statura del padre ha una certa influenza ma… siamo in biologia. L’arrivo del menarca rappresenta un segnale del decremento della crescita staturale il cui picco precede le prime mestruazioni. Bisogna cercare, però, di godersi la vita senza troppo stress perché non si può fare altro.

  23. alessandra
    24 Dicembre 2014 a 12:23 | #23

    Buongiorno dottor Minelli, Le scrivo a proposito di mia figlia; 13 anni e mezzo, ancora niente mestruazioni tranne un piccolo segno qualche giorno fa che però è finito lì, forse si sta preparando…
    E’ alta 1.50 cm., pesa 44 chili, il seno è sviluppato, i peli ci sono, ma sotto le ascelle sono ancora pochi. Io sono bassa 1.55 cm (menarca a circa 13 anni e mezzo) e mio marito è 1.76. La cosa che mi preoccupa è che nei primi mesi di quest’anno è cresciuta di circa 4 cm., ma poi la crescita è rallentata e nel secondo semestre ha preso solo 1.7 cm. per poi bloccarsi di nuovo. E’ normale? Non è che si è fermata la crescita? Quanto pensa possa crescere ancora?
    La bambina un po’ comincia a crearsi problemi…grazie in anticipo
    Alessandra
    R.: non so quanto la ragazza possa crescere ancora ma, sicuramente, non tanto (la crescita cessa a circa 18 anni). La mamma, d’altronde, non è alta ed è improbabile che possa essere superata. Poiché non c’è nessuna possibilità di intervento vi conviene puntare, eventualmente con l’aiuto del PdF o di un altro esperto, sull’accettazione della propria persona, delle proprie qualità non legate alla statura. Mi rendo conto che in un periodo estetico come i nostri tempi non sia facile ma… è doveroso.

  24. Daverio Giuliana
    17 Dicembre 2014 a 21:54 | #24

    Gentile Dottore,
    mia figlia 14 anni è alta 1.47 e pesa 33 Kg. Si è sviluppata a 12 e mezzo ed era alta 1.44 e prima del menarca non ha avuto nessun scatto puberale. Al momento del menarca la sua E.O era in ritardo di 9 mesi ora è di 14 anni e 7 mesi. Da nove mesi non cresce niente. Ormone della crescita nella norma (esame a 12 anni) nessuna allergia. La mia altezza è 1.58 mio marito 1.77.
    E’ normale non avere lo scatto puberale ne prima ne dopo la mestruazione? Crescerà ancora?
    La pediatra dice che va tutto bene ma noi siamo preoccupati e vorremmo farle fare altri esami.
    Che cosa ci consiglia? Grazie
    R.: pur essendoci la possibilità di praticare esami non vedo l’utilità. L’età scheletrica, già normale a 12 e mezzo (è normale quando rientra tra +/- un anno) è stata, inutilmente, ripetuta con la conferma di adeguatezza all’età anagrafica. Lo scatto puberale è un fatto statistico e, sebbene non elevato, ci sarà stato. Nella valutazione della crescita di un bambino si va dalla nascita in poi, inserendo le misurazioni nelle carte centiliche, per costruire una curva di crescita che consenta di valutare l’andamento e la comparsa di eventuali deflessioni o incrementi (causati da malattie di un certo rilievo oppure, come nel caso della pubertà dallo scatto accrescitivo). Se, infatti, la ragazza è sempre stata sul 3° centile e poi per un anno (all’età giusta) è arrivata al 10° centile, quello è già da interpretare come uno spurt, limitato ma presente. L’allergia, come comunemente nota, non influenza la crescita ma la celiachia (che molti non considerano malattia allergica ma che lo è) si. Anche l’asma, che spesso non ha una causa allergica, può determinare riduzione della crescita staturale, così come molte terapie. Con tutta probabilità la ragazza non arriverà ad essere più alta di 150 cm in quanto la crescita, pur possibile fino a 18-20 anni, sarà sempre più lenta.

  25. Lisa
    13 Dicembre 2014 a 10:19 | #25

    Salve Dottore, ho misurato mia figlia dopo due mesi ed ha preso 1 cm. Questo dato mi convince a misurarla meno frequentemente perché forse ha una crescita a scatti e mentre 2 cm nei due mesi precedenti mi avevano stupita, ora un solo cm mi disorienta (ma 3 cm in 4 mesi invece non sono male). Le scriverò alla fine dell’inverno. Intanto lo sviluppo procede lentamente, anche a parere dell’ortodontista, peli e seno più o meno sempre uguali, complessivamente continua a sembrare una bambina più che una ragazza, soprattutto se confrontata con le amiche già sviluppate.
    Grazie per l’attenzione cordiali saluti
    R.: lo sviluppo procede, effettivamente, a scatti e più che fare si può solo valutare. Se la bambina sembra ancora tale va bene.

  26. rosanna
    9 Dicembre 2014 a 16:08 | #26

    gent.le dottore mia figlia ha 15 anni ed ha avuto il menarca all’età di 11 anni e mezzo. Ora è alta 1,60. ha avuto uno scatto iniziale ma negli ultini due anni è cresciuta tre centimentri. Nella considerazione che io sono alta 1,67 e mio marito 1,80 c’è la possibilità che acquisti qualche centimetro ancora?
    Grazie
    Rosanna
    R.: si, probabilmente si, ma proprio qualche… fino a 18 anni.

  27. danyal
    4 Dicembre 2014 a 12:24 | #27

    Gentile Dottore, ci siamo già sentiti varie volte. Le pongo solo una domanda. lo scatto di crescita, se non è avvenuto prima, può verificarsi anche dopo la prima mestruazione?
    Grazie.
    R.: il periodo è questo ma ci sono variazioni individuali.

  28. anto
    29 Novembre 2014 a 18:12 | #28

    Gentile Dottor Minelli ,nel ringraziarla per la precedente risposta,torno a chiederle se, a suo parere mia figlia di anni 12,5 h151cm stadio b3 senza peli ascellari ,nessuno scatto staturale può ancora presentare margini di crescita.
    Nella richiesta precedente a ottobre la ragazza presentava senza conferma da PDF segni di menarca e il medico consigliava di monitorare la situazione.
    Dopo 20gg è arrivato il primo ciclo durato una settimana.
    Il PDF non ritiene di approfondire e dice che visto il ciclo arrivato non a completa maturazione ormonale ci sono spazi di crescita. Anche Lei pensa che possa ancora crescere e che non valga la pena di una visita specialistica, come consigliarono da altro Pediatra. La ringrazio per la sua disponibilità buona serata.
    R.: non vale la pena di sprecare tempo e denaro con una visita specialistica che non sia quella del suo PdF perché non si può e non si deve fare niente. La ragazza ha avuto il menarca: il secondo ciclo potrà ripresentarsi a distanza di tempo variabile dal primo perché il ciclo può non essere ancora perfettamente stabilizzato. Ci sono margini di crescita fino all’età di 18-20 anni con una velocità di crescita sempre più limitata.

  29. Donatella
    21 Novembre 2014 a 21:00 | #29

    Intanto grazie di cuore… Si i genitali sono quello di una donna matura, pochissimi peli sotto le ascelle e il capezzolo pigmentato.
    Grazie ancora…
    R.: è probabile che vostra figlia segua le orme della mamma con menarca ragionevolmente ritardato e spurt tra breve.

  30. Donatella
    14 Novembre 2014 a 23:20 | #30

    Buonasera. Mia figlia ha 14 anni compiuti a febbraio. E’ cresciuta sempre molto lentamente e solo in quest’ultimo anno ha avuto i primi segni di pubertà. Secondo il pediatra siamo prossimi al menarca. Pesa 39 kg ed è 149 cm. Essendo arrivata al 3° percentile abbiamo eseguito gli esami al sangue compresi quelli della celiachia, ma tutto rientra nella norma. L’età scheletrica di cui ho appena ricevuto i risultati è 13 anni e 6 mesi: è una cosa negativa o possiamo sperare ancora in qualche centimetro? Mio marito è alto 173 cm ed io 165. Ho avuto il menarca a 15 anni e mezzo e lo scatto in altezza tra i 14 e quindici anni (prima ero sempre stata la più piccola della classe) Grazie della sua disponibilità
    R.: direi che si può stare ragionevolmente tranquilli. La bambina (non è ancora una ragazza) ha un ritardo dello sviluppo puberale (senza seno e peli come fa ad essere prossima al menarca? I genitali sembrano quelli di una femmina “matura”?) e la mamma ha avuto il menarca a 15.5 anni: c’è abbondantemente spazio per un’ulteriore crescita.

Pagine dei commenti
1 2 3 ... 7 3499
Codice di sicurezza: