Archivio

Archivio Aprile 2011

Pubblicità “neutra”?

pubblicita La pubblicità, anche quando sembra neutrale, può lanciare messaggi a favore del fumo. A causa dell’assenza di dati disponibili un gruppo canadese ha valutato un messaggio pubblicitario della Nike a favore dello sport contenente immagini “fumose”, con grigi variegati, “sfumati”, confrontandolo con uno “neutralizzato” contenente la stessa immagine modificata, con grigi neutri e omogenei e con una diversa frase pubblicitaria.
Il logo Nike, nota ditta di abbigliamento sportivo, era stato rimosso da entrambe le immagini in modo da non influenzare il giudizio dei ragazzi.

Prosegui la lettura…

Asma: attenzione ai long acting!

lattante spaventato Nuovo, importante, richiamo sui broncodilatatori a lunga durata d’azione. I broncodilatatori a lunga durata d’azione (LABA, dalla sigla inglese) sono farmaci utilizzati nella terapia di fondo dell’asma persistente moderato o grave e mimano, in qualche modo, l’azione dei broncodilatatori ad azione immediata e breve utilizati nella terapia dell’attacco acuto d’asma (salbutamolo, nella maggior parte dei casi). L’azione dei LABA è persistente ma comporta alcuni rischi per cui l’FDA (Food and Drug Administration, l’ente normativo statunitense per i farmaci, l’equivalente dell’AIFA) ne raccomanda l’impiego per un periodo limitato di tempo.

Prosegui la lettura…

Dove sono i Pediatri?

medical I nostri bambini saranno presto senza Pediatra. Già dal 1991, in seguito all’adeguamento dell’Italia ad una direttiva dell’Unione Europea, gli specializzandi (quelli che saranno i futuri specialisti) in Pediatria sono crollati bruscamente di numero e con loro la possibilità di ricambio generazionale.
A questo si aggiunga che, per risparmiare, lo Stato ha previsto che il turn over tra chi va in pensione e chi lo sostituisce venga abbassato per cui un pensionato non viene sostituito da un nuovo assunto.

Prosegui la lettura…

Malattie cardiovascolari infantili

visita medica Le malattie cardiovascolari vanno prevenute anche, e soprattutto, in età infantile. I Pediatri si interrogano sui legami tra salute del cuore in età pediatrica e quella del cuore in età adulta.
Le prime lesioni delle arterie possono comparire anche ad età di 2 anni con la possibilità di regressione delle lesioni entro i 7-8 anni, sempre che si modifichi l’alimentazione, laddove scorretta, e la tendenza alla sedentarietà.

Prosegui la lettura…

Morbillo da eradicare

20 Aprile 2011 6 commenti

batterio verde 02 Il morbillo è una malattia infettiva trasmessa da un virus che può mietere vittime durante la fase acuta (encefalite e polmonite morbillosa) oppure a distanza di anni dalla malattia acuta (Panencefalite subacuta sclerosante).
Il metodo migliore per non ammalarsi di morbillo è vaccinarsi. Il vaccino è costituito da un virus vivo attenuato e si somministra tramite un’inizione intramuscolo nella spalla (muscolo deltoide). Gli effetti collaterali della vaccinazione sono scarsi essendo rappresentati nella maggior parte dei casi da dolore locale, febbre non elevata e lieve manifestazione cutanea.

Prosegui la lettura…

Età ossea o scheletrica

15 Aprile 2011 376 commenti

medico prescrive Nella valutazione della bassa statura dei bambini viene spesso richiesta l’età ossea o scheletrica. Si tratta della determinazione della maturazione dello scheletro, che in genere corrisponde all’età anagrafica, attraverso l’esecuzione di una radiografia del polso e della mano sinistra. Lo stadio di maturazione delle ossa della mano e del polso viene confrontato con lo stadio maturativo di riferimento contenuto in appositi atlanti.

Prosegui la lettura…

Antibioticoresistenza in aumento

syrup L’antibioticoresistenza, la resistenza dei batteri all’azione degli antibiotici, è in aumento preoccupante in tutta l’Unione Europea dove muoiono ogni anno circa 25000 persone a causa di infezioni sostenute da batteri multiresistenti. La Regione “Europa” dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) è più vasta dell’Unione Europea, comprende 53 Paesi, e probabilmente ha valori ancora più allarmanti anche se, per motivi diversi, non sono conosciuti con precisione. Questi dati sono stati resi noti in occasione della Giornata Mondiale della Salute, il 07 aprile scorso.

Prosegui la lettura…

Adolescenti alcoliste

adoloscente girl Molti adolescenti, oltre che fumare, bevono. Nell’anno 2009 i bevitori, consumatori a rischio, sono stati circa il 15.8% della popolazione sopra gli 11 anni di età. Considerando tutte le età ci sono differenze di sesso con il 25% dei maschi bevitori contro il 7.3% delle femmine. Se si effettua un’analisi per classi di età si trova che al di sotto dei 16 anni sono a rischio il 18.5% dei ragazzi e ben il 15.5% delle ragazze.

Prosegui la lettura…

Fratture da stress

sport girl Le ragazze che praticano alcuni tipi di sport sono maggiormente a rischio di fratture da stress.
Questo tipo di fratture sono rappresentate da lesioni ossee che non riconoscono come causa un evento traumatico acuto (una caduta ad esempio) ma una serie di piccoli traumi (microtraumi) ripetuti come l’impatto del piede durante la corsa oppure i salti. Le fratture da stress possono essere parziali oppure complete.

Prosegui la lettura…

Tetano: esiste ancora!

5 Aprile 2011 2 commenti

batterio verde 02 Il tetano esiste ancora e causa vittime. E’ vero che si tratta di una malattia rara e che non esiste più in età pediatrica ma la sua importanza e la cultura della prevenzione nascono proprio nelle prime epoche della vita.
Decenni fa esisteva, addirittura, il tetano neonatale ma è stato debellato dalla cultura dell’igiene durante e dopo il parto, soprattutto per quanto riguarda il cordone obelicale.

Prosegui la lettura…

Informazioni nutrizionali al fast food!

obeso 02 Politica di casa altrui. L’FDA (Food and Drug Administration, l’ente statunitense di controllo sui cibi e farmaci) ha avviato la fase di applicazione dell’Affordable Care Act, voluto dal Presidente degli Stati Uniti Barack Obama per migliorare le condizioni di salute dei cittadini americani, nella parte che riguarda l’informazione sui cibi dispensati al pubblico.

Prosegui la lettura…

ADHD: coloranti assolti?

fast food 01 I coloranti alimentari non sarebbero correlati con l’ADHD, la Sindrome da iperattività con deficit dell’attenzione. Un gruppo di esperti della FDA (Food and Drug Administration, Stati Uniti, l’ente di controllo sugli alimenti e farmaci) ha concluso che i coloranti utilizzazti nell’industria alimentare non sarebbero in alcun modo coinvolti nell’iperattività dell’ADHD.

Prosegui la lettura…