Archivio

Archivio Novembre 2010

Disturbi alimentari: attenzione!

30 Novembre 2010 Nessun commento

adoloscente girl Nuovo allarme del’American Academy of Pediatrics (AAP, l’equivalente statunitense della Società Italiana di Pediatria) sui disturbi del comportamento alimentare. Negli ultimi 10 anni c’è stato un incremento della patologia del comportamento alimentare, anoressia, bulimia e altri disturbi alimentari non meglio classificabili, e secondo l’AAP i pediatri dovrebbero includere una valutazione specifica per questi disturbi nelle visite periodiche di controllo dei loro pazienti.

Prosegui la lettura…

Farmaci ecologici

28 Novembre 2010 Nessun commento

syrup Molti, moltissimi, farmaci sono addizionati di antisettici per limitare la possibilità di proliferazione batterica nei preparati multidose. E’ il caso tipico degli spray nasali utilizzati per la terapia delle diverse forme di rinite. Un recentissimo lavoro ci informa della diminuita necessità di aggiungere sostanze antisettiche negli spray nasali.

Prosegui la lettura…

Parto cesareo è meglio: meno stress!

26 Novembre 2010 1 commento

lattante spaventato Riprendo dalla Newsletter DireMinori. Secondo quanto riportato i neonati da parto naturale sarebbero più stressati dei neonati da parto cesareo e questo potrebbe comportare un maggior rischio di problemi psicologici nell’infanzia.
Secondo quanto riportato, uno studio condotto a Pechino intervistando i genitori di 4000 bambini di età prescolare avrebbe messo in evidenza maggiori problemi psicologici nei bambini nati da parto naturale, soprattutto se con l’uso del forcipe.
La colpa sarebbe del cortisolo, ormone dello stress, più elevato dalla nascita e fino ad 8 settimane dopo il parto, nei bambini nati da parto vaginale.

Fonte:
Direnews, Newsletter DireMinori

Combattere l’antibioticoresistenza

25 Novembre 2010 Nessun commento

syrup Antibioticoresistenza vuole dire limitata possibilità degli antibiotici di aiutarci a debellare le malattie batteriche per acquisita capacità dei batteri di sopportare gli effetti tossici degli antibiotici. In particolare, i batteri (ed alcuni rari virus), inizialmente sensibili agli agenti antinfettivi (antibiotici), sotto la spinta selettiva di un utilizzo diffuso, generalizzato, e spesso ingiustificato degli antibiotici, vanno incontro ad una selezione da cui si salvano coloro che, accidentalmente, sono “difettosi”.

Prosegui la lettura…

Fumo passivo: rischi all’udito

23 Novembre 2010 Nessun commento

lattante spaventato Il fumo passivo, quello subito dalle persone che stanno vicino a coloro che fumano, danneggia non soltanto l’apparato respiratorio ma, probabilmente, anche l’udito.
Lo studio è stato eseguito su una popolazione di adulti non fumatori ed ex fumatori esposti al fumo passivo confrontandoli con non fumatori neanche passivi.

Prosegui la lettura…

Piscine pericolose?

22 Novembre 2010 Nessun commento

mondo persone L’acqua delle piscine potrebbe nuocere alla salute ma il potenziale nocivo non è ben conosciuto. I disinfettanti utilizzati per l’acqua potrebbero causare asma oppure tumori della vescica ma non sono disponibili studi relativi al reale potenziale mutageno dei singoli disinfettanti.
Su quest’argomento troviamo diversi studi pubblicati sulla rivista Environmental Health Perspectives che si dedica alle problematiche della vita dell’uomo nel suo ambiente.

Prosegui la lettura…

Obesità infantile: credenze dei genitori

20 Novembre 2010 Nessun commento

obeso 02 Nel determinismo dell’obesità infantile sono coinvolti molti fattori, tra cui possiamo meglio identificare le modalità di alimentazione, la risposta dei genitori alle richieste del bambino, le credenze dei genitori relativamente alla crescita del bambino ed al suo appetito.
Uno studio pubblicato recentemente su Biomedcentral ha focalizzato l’attenzione sulle convinzioni dei genitori relative alla crescita pondo staturale ed all’alimentazione dei loro bambini.

Prosegui la lettura…

Otite: coi vaccini cambia

18 Novembre 2010 1 commento

batteri viola Nell’era della vaccinazione antipneumococco (il “vecchio” PCV7 contenente 7 ceppi di pneumococco) una malattia importante come l’otite ha cambiato, ha modificato, la sua etiologia (gli antichi lo scrivevano con la “t” mentre oggi molti lo scrivono con la “z”, la causa della malattia). Lo studio è ampio, 135 articoli ritenuti validi su 8945 citazioni esaminate ed è pubblicato su una rivista prestigiosa, JAMA organo ufficiale dell’American Medical Association.

Prosegui la lettura…

Acne: rischio suicidio

16 Novembre 2010 2 commenti

depressa 01 L’essere afflitti da una patologia dermatologica “visibile” come l’acne potrebbe esporre ad un maggiore rischio di suicidio o tentato suicidio anche quando sia stata intrapresa una terapia attualmente considerata molto efficace come la isotretinoina. Secondo un lavoro pubblicato recentemente sul British Medical Journal le persone affette da acne dovrebbero essere controllate per il rischio di comportamenti suicidiari fino ad un anno dopo il termine del trattamento.

Prosegui la lettura…

Dormire sicuri

15 Novembre 2010 Nessun commento

bambino dorme Gli incidenti verificatisi durante il sonno nell’età compresa da 0 a 4 anni registrati a livello europeo dal 2005 al 2007 ammontano a circa 17.000. Sono dati impressionanti comunicati recentemente a Roma. Proprio per cercare di arrestare quest’epidemia la Commissione Europea ha svolto un’inchiesta per verificare quali fossero le cause di questi incidenti e sono stati identificati 5 prodotti come maggiormente responsabili.

Prosegui la lettura…

Farmaci per bambini

14 Novembre 2010 Nessun commento

sciroppo La sperimentazione di farmaci dedicati ai bambini è in rapida crescita con una previsione di spesa nei prossimi dieci anni di almeno 2,5 miliardi di Euro.
La cifra è importante e la ricerca ad hoc di farmaci per bambini dovrebbe generare anche una spinta alla ricerca no profit (quella che non genera cassa, farmaci per malattie rare oppure per uso compassionevole).

Prosegui la lettura…

Alcol peggio di eroina e crack

12 Novembre 2010 1 commento

bomba L’uso dell’alcol, socialmente accettato da molte culture come “droga sociale”, è in generale più pericoloso dell’eroina e del crack. Questa notizia è stata riportata recentemente da The Lancet online. Lo studio è stato svolto nel Regno Unito valutando 16 indicatori di pericolo per se e per gli altri correlandoli con l’utilizzo di 20 sostanze d’abuso (una definizione ”ampia” di droga, che comprende alcol, eroina, cocaina, crack, funghi allucinogeni ed altre ).

Prosegui la lettura…

Influenza: primi aggiornamenti!

11 Novembre 2010 1 commento

influenza 01 Primi aggiornamenti sull’influenza stagionale 2010-11.
Il primo e, comprensibilmente, più banale è che nel corso di un convegno tenutosi recentemente a Milano è stata ribadita l’importanza dell’infezione influenzale come causa di morte nei cardiopatici. Non credo che ci sia niente di strano nel pensare che una cardiopatia possa presentare un aggravamento oppure essere influenzata negativamente dall’infezione virale ma la cosa importante è che, apparentemente, non tutti i cardiopatici vengono vaccinati.
Il Ministero della Salute italiano è stato chiaro includendo i cardiopatici tra le persone da vaccinare prioritariamente.

Prosegui la lettura…

Obesità e malattie cardiovascolari

10 Novembre 2010 Nessun commento

obeso 01 L’epidemia attuale di obesità infantile potrebbe favorire malattie cardiovascolari quando i nostri ragazzi avranno raggiunto i 30-40 anni. Se queste premesse corrispondo al vero, considerando che circa il 23% dei nostri bambini e ragazzi sono sovrappeso e l’11% francamente obesi, la situazione potrebbe essere davvero drammatica.

Prosegui la lettura…

Asmatici tristi e vittime

depressa 01 I bambini asmatici sono a rischio di essere più tristi e vittime di bullismo. Circa un bambino affetto da asma su 10 riferisce di essere stato oggetto di atti di bullismo oppure di soffrire per la sua condizione di asmatico, di sentirsi malato, di non sentirsi adeguato allo sport come i suoi coetanei.
Queste osservazioni sono state riportate ad un congresso di Chest pochi giorni fa.

Prosegui la lettura…

Abuso sessuale e psicosi

bambino poliziotto Attenzione ai casi di abuso sessuale nell’infanzia, soprattutto quelli praticati nella prima adolescenza e con penetrazione, perchè potrebbe esserci un legame con la schizofrenia ed altre forme di psicosi.
Lo studio caso-controllo (un caso confrontato con un controllo che differisce solo per i caratteri oggetto dello studio) viene dall’Australia e prende in considerazione 2759 persone con abusi subiti prima dell’età di 16 anni.

Prosegui la lettura…

SMS e sonno

computer La qualità del sonno è influenzata negativamente dall’impiego di internet oppure dall’uso della messaggistica SMS prima di dormire. Un gruppo di ricercatori dello Stato di New Jersey, U.S.A., ha svolto una ricerca pilota indagando il comportamento sociale “elettronico” di un gruppo di 40 studenti (20 maschi e 20 femmine). Sono stati valutati la qualità e la quantità del sonno e l’impiego delle tecnologie di comunicazione.

Prosegui la lettura…