Archivio

Archivio Settembre 2008

Vaccino associato antimorbillo, rosolia, parotite, varicella: un rischio?

28 Settembre 2008 1 commento

batterio verde 02 Le autorità sanitarie statunitensi non consigliano l’esecuzione del  vaccino quadruplo per morbillo, rosolia, parotite, varicella (MMRV) perché produrrebbe un maggiore numero di casi di convulsioni con febbre rispetto alla vaccinazione con vaccino triplo (morbillo, rosolia, parotite; MMR) somministrato insieme al vaccino singolo per la varicella (V).

La stima è di 9 casi di convulsioni con febbre ogni 10.000 somministrazioni per il vaccino MMRV contro i 4 ogni 10.000 somministrazioni per il MMR+V singoli somministrati nella stessa seduta, come da protocolli, al bambino di circa 15 mesi di età (12-23 mesi).

Non ci sono dati valutabili per quanto riguarda la seconda somministrazione, proposta tra i 4 ed i 6 anni.

Il vaccino quadruplo per morbillo, rosolia, parotite, varicella, non è attualmente disponibile in Italia e questa notizia sembrerebbe prematura. E’ bene, invece, parlarne per mantenere elevata l’attenzione sugli effetti collaterali, evitabili, di procedure non ancora utilizzate nel nostro Paese.

Allergia alimentare: nuove ipotesi sulle cause

23 Settembre 2008 1 commento

I casi di allergia alimentare sono certamente in aumento e gli sforzi per evitarla vanno guardati con favore.

Prosegui la lettura…

Morbillo e autismo: nessun rapporto

22 Settembre 2008 1 commento

Nessuna evidenza di correlazione tra vaccinazione antimorbillo, rosolia e parotite e l’insorgenza di sintomi di autismo. Lo studio, pubblicato sul PloS, ha preso in considerazione bambini affetti da autismo e disturbi gastrointestinali ricercando il genoma (RNA) del virus del morbillo nel colon dei bambini affetti da autismo e disturbi gastroenterici oppure da soli disturbi gastroenterici.

Prosegui la lettura…

A cosa servono in medicina gli esperimenti sul Big Bang?

17 Settembre 2008 1 commento


Quale interesse possono avere per l’uomo della strada gli esperimenti in corso al CERN di  Ginevra sul Big Bang. Se lo sono chiesti in molti.

I raggi X, scoperti da altri, hanno trovato nei coniugi Curie i maggiori artefici del loro impiego in medicina, sia nella diagnostica che nella terapia.

Prosegui la lettura…

Influenza: indicazioni per la vaccinazione in pediatria

17 Settembre 2008 Nessun commento

Una Circolare ministeriale ha precisato le indicazioni alla vaccinazione antinfluenzale 2008-2009. Per quanto riguarda la pediatria la vaccinazione è indicata per bambini di età superiore ai 6 mesi, ragazzi (e adulti) affetti da:

Prosegui la lettura…

Otite? Mal d’orecchio?

16 Settembre 2008 Nessun commento


Spesso il mal d’orecchio è soltanto un brutto fastidio e non è sempre sintomo di otite.

Problemi banali, come il raffreddore, possono favorire il dolore all’orecchio. Nel bambino più grande il problema viene identificato immediatamente mentre nel più piccolo stabilire la causa della sofferenza può essere più complicato.

Prosegui la lettura…

Pronto Soccorso: cosa ti hanno detto? Non so!

15 Settembre 2008 1 commento

La maggior parte delle persone dimesse dai Pronto Soccorso non ha capito le spiegazioni date dai sanitari e, cosa ancora più grave, circa l’80% di queste, è convinto di avere capito tutto ed ha, quindi, comportamenti sbagliati.

Prosegui la lettura…

Alimenti sicuri in tutta Europa

8 Settembre 2008 2 commenti

Gli alimenti “buoni” in uno stato dell’Unione Europea devono essere “buoni” in tutti gli stati.

Prosegui la lettura…

Neuroblastoma: scoperto un gene

2 Settembre 2008 Nessun commento


 Un gruppo di ricerca di Filadelfia ha scoperto una mutazione genetica che sarebbe presente nella maggior parte dei casi di neuroblastoma, un tumore solido dell’infanzia che colpisce i tessuti molli di collo, torace, addome, originando da cellule nervose. Almeno 2 bambini su 3 affetti da neuroblastoma hanno meno di cinque anni e spesso la diagnosi viene effettuata quando la malattia ha già raggiunto uno stadio avanzato. Alcune forme hanno una chiara famigliarità.

Proprio studiando queste famiglie è stato individuato un gene per un recettore enzimatico denominato ALK. La forma mutata del recettore consente una proliferazione cellulare senza sosta che può scatenare il tumore La stessa alterazione è stata riscontrata in alcuni casi di neuroblastoma sporadico, non famigliare.

Prosegui la lettura…