Asma e obesità

ragazzo obeso L’asma è una malattia cronica caratterizzata da episodi di difficoltà respiratoria di tipo espiratorio (quando l’aria esce dai polmoni) con respiro sibilante, aumento della frequenza respiratoria, e limitazione dell’attività fisica. Poiché limita le possibilità di attività fisica strenua l’asma spesso viene ritenuta una causa dell’obesità.

Prosegui la lettura…

Obesità dei genitori…

bimba obesa come causa di ritardo di sviluppo neuroevolutivo nei figli.
L’obesità è una malattia degenerativa con numerose complicanze nella persona che ne è affetta. L’obesità materna è, inoltre, correlata con un disturbo dello sviluppo nel bambino. L’obesità paterna, tuttavia, non sembrava essere correlata con un effetto simile per la mancanza di un periodo di esposizione allo stesso ambiente materno Sviluppo intrauterino con esposizione agli stessi tossici ambientali).
Ci sono, tuttavia, fattori genetici ed epigenetici presenti nel materiale genetico dello spermatozoo che vengono, evidentemente, trasmessi al prodotto del concepimento.

Prosegui la lettura…

Livelli Essenziali di Assistenza

fonendoscopio Nei giorni scorsi sono stati firmati dal Ministro della Salute i nuovi LEA, Livelli Essenziali di Assistenza.
I LEA sono prestazioni che lo Stato deve obbligatoriamente fornire a tutti i cittadini, di tutte le Regioni, gratuitamente oppure con il concorso alla spesa da parte del cittadino (ticket). Sono prestazioni, quindi, la cui erogazione non è soggetta a scelte regionali.

Prosegui la lettura…

Fluoro per i denti!

denti Per limitare il pericolo di carie dentaria, una malattia che insieme alle altre patologie del cavo orale, può essere invalidante ci sono diversi sistemi. Un articolo pubblicato su Community Dental Health, oltre ad esaminare le fonti ambientali di fluoro ed suo metabolismo nel nostro organismo, ha valutato l’efficacia di due procedure di fluorazione dello smalto, l’applicazione di gel fluorato oppure l’utilizzo di collutori fluorati, sulla salute dei denti.

Prosegui la lettura…

Acidi grassi polinsaturi per l’asma

thorax Un tentativo di prevenzione, di riduzione del rischio, per asma o respiro sibilante persistente (l’asma propriamente detto è raro nei primi anni di vita) nei primi 3 anni di vita può essere attuato attraverso l’assunzione da parte della gestante di olio di pesce, ricco di n-3 LCPUFA (acidi grassi polinsaturi a lunga catena di tipo omega 3), nel corso del terzo trimestre di gravidanza. Lo studio, effettuato su 695 bambini, è pubblicato su The New England Journal of Medicine.

Prosegui la lettura…

Obesità, obesità

19 Dicembre 2016 Nessun commento

obeso 01 La visione prolungata della televisione oppure l’utilizzo di tablet, computer, smartphones (screen device degli autori americani) può favorire l’incremento abnorme di peso. Il meccanismo è da attribuirsi all’aumentato consumo di cibi e bevande zuccherato. Lo studio, di tipo osservazionale, ha preso in considerazione 24800 studenti delle scuole superiori.

Prosegui la lettura…

Fumo in gravidanza: maggiore rischio

15 Dicembre 2016 Nessun commento

gestante fumo per l’uso di cannabis durante l’adolescenza.
Un articolo pubblicato su Translational Psychiatry riporta un maggiore rischio per i figli di madri fumatrici in gravidanza per l’utilizzo di sostanze d’abuso come tabacco, alcol e cannabis all’età d i14-18 anni. L’età di inizio dell’assunzione di sostanze sarebbe, inoltre, inferiore rispetto ai ragazzi non esposti in gravidanza.

Prosegui la lettura…

Vaccino anti HPV: parliamone!

12 Dicembre 2016 Nessun commento

vaccinazione bambina La vaccinazione anti papillomavirus (HPV) è un argomento che riguarda sia maschi che femmine. La vaccinazione anti HPV ha indicazione per la prevenzione dei tumori della cervice uterina, perineo, laringe, pene. La sua esecuzione, l’applicazione pratica della vaccinazione, tuttavia, non è così scontata come potrebbe sembrare, anche quando si consideri solo il sesso femminile dove è stata introdotta per prima.

Prosegui la lettura…

Aborto: quando una nuova gravidanza?

test gravidanza 02 Le donne che hanno subito un aborto spontaneo dovrebbero tentare un nuovo concepimento entro 6 mesi per migliorare la possibilità di portare a termine la nuova gravidanza.
L’Organizzazione Mondiale della Sanità suggerisce un intervallo di almeno 6 mesi tra due gravidanze; questa osservazione si si basa su evidenze raccolte perlopiù in paesi in via di sviluppo, dove la gravidanza è comunque messa a rischio da malnutrizione e povertà.

Prosegui la lettura…

Vaccinazione antinfluenzale in gravidanza?

gravidanza 01 Da più parti, anche in Italia, viene suggerito di praticare la vaccinazione antinfluenzale nel corso del terzo trimestre di gravidanza per limitare la sintomatologia acuta nella gestante e fornire al neonato-lattante un set di anticorpi preformati che lo proteggano dall’infezione nei primi mesi di vita.
E’ un gesto semplice, con limitati effetti collaterali, che presenta, tuttavia, un’importante ricaduta sulla salute del bambino nelle prime epoche della vita.

Prosegui la lettura…

Attenzione all’ipertensione

28 Novembre 2016 Nessun commento

medico prescrive L’aumento della pressione arteriosa oltre livelli considerati fisiologici (sono disponibili valori di riferimento specifici per ogni età e sesso) puà interessare anche l’età pediatrica.
I danni, evidentemente, sono gli stessi dell’età adulta, aggravati dalla immaturità degli organi e dalla maggiore durata della malattia.

Prosegui la lettura…

HPV 9 valente

25 Novembre 2016 Nessun commento

vaccino ragazza Il vaccino anti HPV, il papillomavirus umano, 9 valente, ovvero che contiene 9 antigeni al posto dei 2 oppure 4 contenuti nel vaccino attualmente disponibile in Italia è altrettanto efficace quando somministrato in età adolescenziale in due sole dosi.

Prosegui la lettura…

Ragazzi che ingrassano

23 Novembre 2016 Nessun commento

ragazzo obeso I maschi che ingrassano in età prepuberale e puberale più di quanto sarebbe fisiologico sono a maggiore rischio di morte per cause cardiache rispetto ai quelli che ingrassano in modo abnorme in età diverse.  Uno studio pubblicato sul Lancet Diabetes Endocrinology ha messo in evidenza un maggiore rischio per i maschi con un abnorme incremento del peso durante questo periodo della vita.

Prosegui la lettura…

Antibiotici per bocca nella polmonite

21 Novembre 2016 Nessun commento

thorax vanno bene anche quando la malattia è complicata. Nelle forme complicate, quelle che si presentano di più difficile risoluzione perché con versamento pleurico oppure con lento miglioramento della sintomatologia febbrile e respiratoria, dopo la prima fase di terapia aggressiva si può proseguire con antibiotici somministrati per bocca perché sono efficaci quanto quelli endovenosi. Nelle malattie gravi la terapia intramuscolo non viene presa in considerazione.

Prosegui la lettura…

Introduciamo precocemente tutti gli allergeni!

14 Novembre 2016 Nessun commento

arachidi La prevenzione dell’allergia alimentare dovrebbe passare attraverso una introduzione ragionevolmente precoce di tutti i cibi in modo tale che all’età di 6 mesi i bambini mangino, con gli opportuni sminuzzamenti, come i genitori.
Le linee guida ufficiali relative alle arachidi (un allergene piuttosto potente e pericoloso la cui allergia è molto diffusa negli Stati Uniti) dovrebbero essere rilasciate verso l’inizio del 2017.

Prosegui la lettura…

Parto programmato prima delle 39 settimane?

10 Novembre 2016 Nessun commento

gravidanza 03 Il parto programmato ad età gestazionali inferiori alle 39 settimane (il parto naturale si considera a termine tra 38 e 42 settimane) espone il bambino ad un rischio per lo sviluppo neurocognitivo con aumento del rischio in funzione della minore età gestazionale. Il rischio per il successivo sviluppo neurocognitivo sarebbe maggiore per le tutte le modalità di parto diverse da quello vaginale dopo un travaglio fisiologico. Il parto programmato per taglio cesareo può rappresentare un vantaggio per la paziente e per il medico e ci sono molti studi che dimostrano un lento incremento nei parti cesarei ed un’altrettanto lenta riduzione dell’età gestazionale alla quale viene praticato.

Prosegui la lettura…